Girando per il Veneto

2001         classico       Rosso

rosso, classico: corvina veronese (cruina o corvina) 35-65% e' tuttavia ammesso nella misura massima del 10% la presenza della varietà corvinone in sostituzione di una pari percentuale di corvina, purché il corvinone sia coltivato in terreni ricchi di scheletro, rondinella 10-40%, molinara, rossignola (rossetta), barbera, sangiovese, marzemino, merlot, cabernet Sauvignon, da soli o congiuntamente per un max del 20% con il limite massimo del 10% per singolo vitigno. Annata di produzione obbligatoria in etichetta.

Bardolino Superiore D.O.C.G. (D.M. 8/11/2011 - G.U. n.275 del 25/11/2011)

zona di produzione
● in provincia di Verona: comprende in tutto o in parte i territori dei comuni di Affi, Bardolino, Bussolengo, Caprino, Castelnuovo, Cavaion, Costermano, Garda, Lazise, Pastrengo, Peschiera, Rivoli Veronese, Sommacampagna, Sona, Torri del Benaco, Valeggio sul Mincio;
● zona classica: comprende, in tutto o in parte, i comuni di Affi, Bardolino, Cavaion, Costermano, Garda e Lazise;

base ampelografica
● rosso, classico: corvina veronese (cruina o corvina) 35-80%, è tuttavia ammessa nella misura massima del 20% la presenza della varietà corvinone in sostituzione di una pari percentuale di corvina, rondinella 10-40%, molinara max. 15%, possono concorrere anche le uve provenienti dai vitigni a bacca rossa, non aromatici, ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona, da soli o congiuntamente per un massimo del 20% con il limite massimo del 10% per singolo vitigno;

norme per la viticoltura
● per i nuovi impianti e reimpianti la densità minima di ceppi per ettaro deve essere di 3.300;
● nel caso in cui i vigneti siano allevati con le pergole veronesi a tetto piano è fatto obbligo della tradizionale potatura, a secco ed in verde, che assicuri l'apertura della vegetazione nell'interfila e una carica massima di 60 mila gemme per ettaro;
● è consentita l'irrigazione di soccorso;
● la resa massima di uva in coltura specializzata e il titolo alcolometrico volumico naturale minimo devono essere di 9 t/Ha e 11% vol.;

norme per la vinificazione
● le operazioni di vinificazione e di affinamento secondo i metodi tradizionali devono essere effettuate all'interno della zona di produzione, tuttavia, tenuto conto delle situazioni tradizionali, è consentito che tali operazioni siano effettuate nell'ambito del territorio della provincia di Verona;
le operazioni di vinificazione e di affinamento dei prodotti destinati ad essere designati con la specificazione aggiuntiva "Classico", devono essere effettuate all'interno della zona di produzione;
● è ammessa la correzione con mosti concentrati ottenuti a partire da uve della zona di origine o con mosti concentrati rettificati;

norme per l'etichettatura
● per il vino a Docg "Bardolino Superiore" è obbligatorio riportare in etichetta l'indicazione dell'annata di produzione delle uve