Girando per il Veneto

2010    Prosecco (anche Frizzante)     Prosecco Spumante   

prosecco: prosecco (min. 85%, possono concorrere da sole o congiuntamente le uve provenienti dai vitigni chardonnay, pinot bianco, pinot grigio, riesling italico, bianchetta trevigiana; per la produzione del vino Prosecco è consentita la pratica tradizionale dell'aggiunta con vini ottenuti dalla vinificazione di uve pinot bianco, pinot grigio, pinot nero e chardonnay, da sole o congiuntamente, provenienti da vigneti iscritti agli appositi elenchi),

Colli Asolani - Prosecco o Asolo - Prosecco D.O.C.G. (D.M. 4/2/2010 - G.U. n.39 del 17/2/2010)

zona di produzione
● in provincia di Treviso: comprende l'intero territorio dei comuni di Castelcucco, Cornuda e Monfumo e parte del territorio dei comuni di Asolo, Caerano S. Marco, Cavaso del Tomba, Crocetta del Montello, Fonte, Giavera del Montello, Maser, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Paderno del Grappa, Pederobba, Possagno, S. Zenone degli Ezzelini e Volpago del Montello;

■ per le varietà pinot bianco, pinot nero, pinot grigio e chardonnay da destinare alla tradizionale pratica prevista per la tipologia spumante:
● in provincia di Treviso: comprende il territorio amministrativo dei Comuni di Asolo, Borso del Grappa, Caerano S.Marco, Cappella Maggiore, Castelcucco, Cavaso del Tomba, Cison di Valmarino, Colle Umberto, Conegliano, Cordignano, Cornuda, Crespano del Grappa, Crocetta del Montello, Farra di Soligo, Follina, Fonte, Fregona, Giavera del Montello, Maser, Miane, Monfumo, Montebelluna, Nervesa della Battaglia, Paderno del Grappa, Pederobba, Pieve di Soligo, Possagno, Refrontolo, Revine Lago, San Fior, San Pietro di Feletto, San Vendemiano, S. Zenone degli Ezzelini, Sarmede, Segusino, Sernaglia della Battaglia, Susegana, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Vittorio Veneto e Volpago del Montello;

base ampelografica
● frizzante, spumante superiore: glera, possono concorrere, in ambito aziendale, fino ad un massimo del 15% verdiso e/o bianchetta trevigiana e/o perera e/o glera lunga;

norme per la viticoltura
● per i nuovi impianti e reimpianti il numero di ceppi ad ettaro, calcolato sul sesto di impianto, non potrà essere inferiore a 3.000;
● è consentita l'irrigazione di soccorso;
● la resa massima di uva in coltura specializzata e il titolo alcolometrico volumico naturale minimo devono essere di 12 t/Ha e 9,50% vol.;

norme per la vinificazione
● le operazioni di vinificazione devono essere effettuate all'interno della zona delimitata, tuttavia, tenuto conto delle situazioni tradizionali di produzione, è consentito che tali operazioni siano effettuate anche nell'intero territorio dei Comuni compresi in parte nella zona di produzione e in quelli di Altivole, Crespano del Grappa, Borso del Grappa, Arcade, Trevignano, Valdobbiadene, Farra di Soligo, Vidor e Pieve di Soligo;
● le uve delle varietà pinot bianco, pinot nero, pinot grigio e chardonnay, da destinare alla tradizionale pratica per lo spumante, possono essere vinificate in tutta la zona precedentemente descritta;
● le operazioni di preparazione del vino spumante e frizzante, ossia le pratiche enologiche per la presa di spuma e la stabilizzazione, la dolcificazione nelle tipologia, ove ammessa, nonché le operazioni di imbottigliamento e confezionamento, possono essere effettuate anche nell'intero territorio della provincia di Treviso;
● il vino a denominazione di origine controllata e garantita "Colli Asolani - Prosecco" o "Asolo - Prosecco" elaborato nella versione spumante deve essere messo in commercio nelle tipologie che vanno da "Brut" a "Demi-sec" comprese, come previste dalla normativa vigente;
● il vino a denominazione di origine controllata e garantita "Colli Asolani - Prosecco" o "Asolo - Prosecco" elaborato nella versione frizzante deve essere messo in commercio nelle tipologie che vanno da "Secco" a "Amabile" comprese, come previste dalla normativa vigente;
● nella elaborazione del vino spumante è consentita la pratica tradizionale dell'aggiunta con vini ottenuti dalla vinificazione di uve pinot bianco, pinot nero, pinot grigio e chardonnay, da sole o congiuntamente, provenienti da vigneti iscritti agli appositi albi e situati nella zona precedentemente specificata, purché il prodotto contenga almeno l'85% di vino proveniente dal vitigno Glera