Logo fisarvicenza smallsommelier smallP5225577

Girando per il Veneto

2009    Bianco     50% garganega  

Colli Berici D.O.C. (D.M. 8/10/2009 - G.U. 246 del 22/10/2009)

zona di produzione
● in provincia di Vicenza: comprende per intero i territori amministrativi dei comuni di Albettone, Alonte, Altavilla, Arcugnano, Barbarano Vicentino, Brendola, Castegnero, Grancona, Mossano, Nanto, Orgiano, San Germano dei Berici, Sovizzo, Villaga, Zovencedo e in parte quello dei comuni di Asigliano Veneto, Campiglia dei Berici, Creazzo, Longare, Lonigo, Montebello Vicentino, Montecchio Maggiore, Montegalda, Montegaldella, Monteviale, Sarego, Sossano e Vicenza;

■ la zona di produzione delle uve atte a produrre i vini a denominazione di origine controllata "Colli Berici Barbarano" comprende in parte il territorio amministrativo dei Comuni di Barbarano Vicentino, Castegnero, Longare, Mossano, Nanto e Villaga;

base ampelografica
● bianco (anche spumante, frizzante, passito): min. 50% garganega, possono concorrere altre varietà a bacca bianca congiuntamente o disgiuntamente, non aromatiche, fra quelle indicate, fino a un massimo del 50%;
● spumante (metodo classico, anche rosato o rosé nelle versioni brut, extradry, dry e demisec): min. 50% chardonnay, max. 50% pinot bianco e/o pinot nero;
● con menzione del vitigno bianchi: garganego/a, tai (da uve friulano), sauvignon, pinot bianco, pinot grigio, chardonnay, Manzoni bianco: ciascuno almeno 85%, possono concorrere, fino a un massimo del 15% le uve di altri vitigni di colore analogo, idonei alla coltivazione per la provincia di Vicenza;
● rosso (anche riserva, novello): min. 50% merlot, possono concorrere altre varietà a bacca rossa congiuntamente o disgiuntamente, non aromatiche, fra quelle indicate, fino a un massimo del 50%;
● con menzione del vitigno rossi: pinot nero, merlot, tai rosso (da uve tocai rosso), cabernet (franc e/o sauvignon e/o carmenère, anche riserva), cabernet sauvignon (anche riserva), cabernet franc (anche riserva), carmenère (anche riserva): ciascuno almeno 85%, possono concorrere, fino a un massimo del 15% le uve di altri vitigni di colore analogo, idonei alla coltivazione per la provincia di Vicenza;
● Barbarano Rosso o Barbarano (anche riserva, spumante nelle versioni brut, extradry, dry e demisec o abboccato): tai rosso proveniente dai vigneti di un unico ambito aziendale;

norme per la viticoltura
● sono consentite le forme di allevamento a spalliera semplice e doppie con esclusione dei vigneti coltivati con la varietà garganega, per la quale è consentita anche la tradizionale pergola veronese a tetto piano, purché si attui la tradizionale potatura, a secco ed in verde, che assicura l'apertura della vegetazione nell'interfila; per tutti i vigneti da iscrivere dopo l'approvazione del presente disciplinare, il numero di ceppi per ettaro non deve essere inferiore a 3.000;
● la resa massima di uva in coltura specializzata e il titolo alcolometrico volumico naturale minimo devono essere di 14 t/Ha e 10,00% vol. per il Garganega, 13 t/Ha e 10,50% vol. per Chardonnay e Merlot, 12 t/ha e 10,00% vol. per Tai Rosso, Sauvignon, Manzoni Bianco, Carmenère, Cabernet Franc e Pinot Nero, 12 t/Ha e 10,50% vol. per Tai (friulano), Pinot Bianco, Pinot Grigio e Cabernet Sauvignon;
● le uve della varietà destinate alla produzione delle tipologie Rosso, Merlot, Tai Rosso, Cabernet, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Carmenère designati con la menzione "Riserva" devono avere un titolo alcolometrico volumico naturale minimo superiore del 2,00% vol., rispetto a quelli precedentemente indicati;
● le uve delle varietà destinate alla produzione del vino Barbarano Rosso o Barbarano devono avere un titolo alcolometrico volumico naturale minimo dell'11,00%;
● le uve delle varietà destinate alla produzione del vino Barbarano Rosso o Barbarano destinate alla produzione della tipologia "Riserva" devono avere un titolo alcolometrico volumico naturale minimo del 12% vol.;
● le uve delle varietà destinate alla produzione dei vini spumanti potranno avere un titolo alcolometrico volumico minimo naturale del 9,50% vol., purché la destinazione delle uve atte ad essere elaborate sia espressamente indicata nella denuncia annuale delle uve;

norme per la vinificazione
● le operazioni di vinificazione, ivi compresa la conservazione per l'appassimento delle uve, l'invecchiamento e l'affinamento, ove previsti, devono aver luogo nell'intero territorio dei comuni anche se solo parzialmente compresi nella zona di produzione, tuttavia, tenuto conto delle situazioni tradizionali di produzione, è consentito che tali operazioni siano effettuate anche nei comuni confinanti con la zona medesima anche se appartenenti ad altra provincia;
● il vino a denominazione di origine controllata "Colli Berici" spumante metodo classico anche in versione rosato o rosé, deve permanere per almeno 15 mesi sui lieviti di fermentazione; tale periodo decorre a partire dalla data di tiraggio, ma comunque non prima del 1° gennaio dell'anno successivo alla raccolta delle uve; per la preparazione della partita di base si può partire da una mescolanza di vini di annate diverse; per il "Colli Berici" spumante metodo classico millesimato è obbligatorio invece l'utilizzo di almeno l'85% del vino dell'annata di riferimento; il millesimo può essere utilizzato se il periodo di elaborazione e invecchiamento nelle aziende è di almeno 30 mesi di permanenza sulle fecce;
● tutte le versioni "riserva" devono essere sottoposte a un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 24 mesi a partire dal 1° novembre dell'annata di produzione delle uve;
● per il vino in versione "passito" è previsto un leggero appassimento naturale che assicuri un titolo alcolometrico naturale complessivo minimo del 14%vol; il prodotto finito non può essere immesso al consumo prima del 1° settembre dell'anno successivo alla vendemmia;

norme per l'etichettatura
● nella etichettatura dei vini a denominazione di origine controllata "Colli Berici", ad esclusione delle tipologie "frizzante" e degli "spumanti" non designati con l'indicazione millesimato, deve figurare l'annata di produzione delle uve